Gin
Ingredienti Cocktail

Gin

Il Gin è un distillato ideato in Olanda e ricavato dai cereali, bacche di ginepro, cannella, mandorle amare, semi di finocchio e scorza d’arancia. In base alle tecniche di produzione e ai luoghi vengono utilizzati anche altri ingredienti come cardamomo indiano, anice, finocchio, cumino , semi di coriandolo-

Fonte: https://it.wikipedia.org/wiki/Gin

Tipi di Gin

  • Gin: quando gli aromi sono aggiunti direttamente allo spirito rettificato con almeno il 96% di alcol, senza distillarlo nuovamente, si ottiene il Gin; deve essere poi imbottigliato con un rapporto alcol/volume di almeno 37,5%.
  • Gin Distillato: si ottiene distillando nuovamente uno spirito rettificato al 96%, assieme a bacche di Ginepro e altri botanicals; si possono aggiungere aromi naturali, o identici a quelli naturali. Il prodotto finale deve avere almeno il 37,5% di alcol, e prima di essere imbottigliato può essere diluito o con acqua o addizionato con altro spirito rettificato.
  • London Gin: è identico ad un Gin distillato, con l’eccezione che qui non si possono aggiungere aromi; nonostante riporti il nome London, può essere prodotto ovunque nel mondo. I botanicals devono essere messi a macerare per un periodo non superiore alle 24 ore nell’alcol di base per essere poi ridistillati in una singola seduta (one-shot). L’alambicco utilizzato per questo scopo deve essere di tipo tradizionale. Può essere aggiunta la dicitura “dry”, a significare l’aggiunta di massimo 0,1 g/l di dolcificante.
  • Spiriti aromatizzati al ginepro: sono prodotti aggiungendo aromi naturali, o identici a quelli naturali; devono essere imbottigliati con un rapporto alcol/volume del 30%. Rientra in questa categoria il Genever, che negli ultimi anni sta vivendo un ritorno di popolarità dovuto al suo uso in miscelazione

Immagine: Di NotFromUtrecht – Opera propria, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=8529628